• seguici sui nostri canali social

Articoli taggati :

formazione

Catalogo Corsi Webinar 2020 [Newsletter]

1024 733 Servadio & Partners

CATALOGO CORSI WEBINAR 2020

 La parola “webinar” è un neologismo che deriva dalla contrazione delle parole Web e Seminar. Il significato letterale è seminario via web e questa è l’esatta definizione: “Un webinar è un evento pubblico che avviene online, […] è un’occasione in cui più persone si ritrovano via internet, mediante una piattaforma o un software, nello stesso momento […] per discutere di un certo argomento: chi presenta o conduce l’evento può usare diversi strumenti online, mostrando slide, filmati, confrontandosi in diretta con gli altri partecipanti, sia in forma scritta […] sia a voce […].

Ci affidiamo alle piattaforme più comuni per venire il più possibile incontro alle vostre esigenze:

Oppure mettiamo a disposizione la nostra piattaforma webinar.

Il nostro obiettivo è fornire informazione e consapevolezza primaria sul tema in esame.

I NOSTRI TITOLI WEBINAR

  • STRESS E TECHNOSTRESS AI TEMPI DEL CORONAVIRUS
  • COMPORTAMENTI ED EFFETTI DELL’ISOLAMENTO FORZATO
  • L’IMPATTO PSICOLOGICO DEL RITORNO AL LAVORO
  • RISCHIO BIOLOGICO E PROTOCOLLO COVID
  • GESTIONE CAPO COLLABORATORE: il ruolo del capo come agente di sviluppo dei propri collaboratori
  • TIME MANAGEMENT: gestire efficacemente le proprie attività nel tempo a disposizione
  • AGE MANAGEMENT: aumento dell’età anagrafica in azienda e valorizzazione delle risorse
  • PROBLEM SOLVING E DECISION MAKING
  • STILI DI NEGOZIAZIONE
  • GENDER MANAGEMENT
  • LEADERSHIP MULTICULTURALE: multiculturalità e pluriculturalità come una risorsa e non un ostacolo
  • SPUNTI DI ANALISI TRANSAZIONALE (AT) PER ORIENTARSI NELLA
  • GESTIONE DELLA RELAZIONE
  • ATTEGGIAMENTI RELAZIONALI E COMUNICAZIONE EFFICACE
  • “TU MI STAI DIECENDO CHE”: saper riformulare per portare a buon fine l’azione comunicativa.
  • SEMPLICI ACCORGIMENTI PER FARSI ASCOLTARE: alcuni suggerimenti semplici per migliorare la propria capacità di comunicazione.
  • IL COLORE DELLE EMOZIONI: riconoscere e verbalizzare le emozioni per migliorare la propria autoefficacia.
  • GESTIRE E COMUNICARE IN SITUAZIONE DI EMERGENZA
  • PERCORSI DI RESILIENZA NELLE SITUAZIONI DI EMERGENZA
  • DISFUNZIONI ORGANIZZATIVE: STRESS, MOBBING E BURN-OUT
  • STRESS: stress e corpo, stress e tempo, stress e conflitti
  • TECHNOSTRESS
  • CULTURA DELLA SICUREZZA E COMPORTAMENTI SICURI
  • NON TECHNICAL SKILLS IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO
  • TUTTI I CORSI DI CUI ART. 37 T.U. 81/08 & ACCORDO STATO-REGIONI 21.12.2011

È possibile creare anche corsi webinar disegnati su misura per voi!

Se volete usufruire dei nostri servizi o volete ricevere maggiori informazioni riguardo gli stessi, contattateci inviando una mail a info@servadioepartners.com

Novità da Fondimpresa, i nostri titoli Webinar e il Servizio di Supporto Psicologico [Newsletter]

275 183 Servadio & Partners

Il Consiglio di Amministrazione di Fondimpresa in data 15 Aprile 2020 ha deciso di prorogare fino al 15 Giugno la sospensione di tutte le attività formative in modalità Aula frontale.

È stata, inoltre, data la possibilità di realizzare, con decorrenza 15 Aprile, la conversione in modalità Videoconferenza delle attività formative in corso già finanziate da realizzare in modalità Aula frontale, di Coaching e Action Learnig.

Tale determinazione rientra nell’ambito della fase di “Emergenza Sanitaria”, decretata dalle autorità di Governo, per contenere la diffusione del virus Covid-19.

Notizia completa sul sito Fondimpresa

A tal proposito…

I NOSTRI TITOLI WEBINAR

  • STRESS E TECHNOSTRESS AI TEMPI DEL CORONAVIRUS
  • COMPORTAMENTI ED EFFETTI DELL’ISOLAMENTO FORZATO
  • L’IMPATTO PSICOLOGICO DEL RITORNO AL LAVORO
  • RISCHIO BIOLOGICO E PROTOCOLLO COVID
  • AGE MANAGEMENT: aumento dell’età anagrafica in azienda e valorizzazione delle risorse
  • GESTIONE CAPO COLLABORATORE: il ruolo del capo come agente di sviluppo dei propri collaboratori
  • PROBLEM SOLVING E DECISION MAKING
  • GESTIRE E COMUNICARE IN SITUAZIONE DI EMERGENZA
  • TECHNOSTRESS
  • STRESS, STRESS E CORPO, STRESS E TEMPO, STRESS E CONFLITTI
  • DISFUNZIONI ORGANIZZATIVE: STRESS, MOBBING E BURN-OUT
  • CULTURA DELLA SICUREZZA E COMPORTAMENTI SICURI
  • NON TECHNICAL SKILLS IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO
  • PERCORSI DI RESILIENZA NELLE SITUAZIONI DI EMERGENZA
  • MULTICULTURALITÀ E PLURICULTURALITÀ COME UNA RISORSA E NON UN OSTACOLO.
  • LEADERSHIP MULTICULTURALE
  • GENDER MANAGEMENT
  • TUTTI I CORSI DI CUI ART. 37 T.U. 81/08 & ACCORDO STATO-REGIONI 21.12.2011

È possibile creare anche corsi webinar disegnati su misura per voi.

Per Concludere…

Se pensate che un supporto psicologico possa esservi d’aiuto in questo momento di difficoltà per l’Italia
intera, noi della Servadio & Partners mettiamo a vostra disposizione tutte le nostre competenze
attraverso/grazie ad un team di professionisti psicologi.

Non cercate di placare l’ansia inseguendo informazioni spesso amplificate ed incontrollate.

In caso di quesiti di tipo medico o comportamentale, vi raccomandiamo di seguire le indicazioni fornite dalle Autorità sanitarie:

Ministero della Salute

Istituto Superiore di Sanità


Se volete usufruire dei nostri servizi o volete ricevere maggiori informazioni riguardo gli stessi, contattateci inviando una mail a

info@servadioepartners.com

Technostress e netiquette!

572 382 Servadio & Partners

La tecnologia costituisce ormai un fattore integrante della vita quotidiana lavorativa ed extra–lavorativa.
L’impiego della tecnologia del computer e della rete richiede
un adattamento mentale al suo funzionamento e, di conseguenza, spinge il soggetto a rimodulare le proprie funzioni cognitive
per coordinarsi con i meccanismi funzionali della macchina.


Il TECHNOSTRESS consiste in un utilizzo eccessivo e disfunzionale delle nuove tecnologie, più comunemente chiamate ICT (Information and Communication Technologies): non è dovuto tanto alla tecnologia quanto all’uso che se ne fa.
Il fenomeno è strettamente correlato alla diffusione negli ambienti di lavoro di tecnologie informatiche e digitali.
Le CONSEGUENZE del Technostress possono essere:

  • Soggettive (ansia, rabbia, noia, tristezza, …)
  • Comportamentali (isolamento, aggressività, …)
  • Cognitive (diminuzione della concentrazione, …)
  • Fisiologiche (ipertensione, emicrania, vertigini, …)
  • Organizzative (assenteismo, insoddisfazione, …)

La NETIQUETTE (Network + Etiquette) è l’insieme di regole di buon comportamento per le persone che comunicano sul Web e che usano le risorse digitali di relazione: cioè le e-mail e social network.

I dati per l’Italia indicano che:

  • 37 milioni di persone sono attive sulla rete (63% circa della
    popolazione totale)
  • 48% della popolazione si connette tramite mobile
  • 65% della popolazione adulta ha un computer,
    il 95% un cellulare, il 62% uno smartphone, il 21% un tablet
  • In media ognuno passa 4h al giorno connesso
    ad internet
  • 79% degli utenti usufruisce di internet ogni giorno

TECHNOSTRESS & NETIQUETTE 

L’obiettivo della Netiquette è quello di far raggiungere una buona qualità di dialogo e comunicazione a prescindere dalle persone con cui si interagisce. Serve a ridurre al minimo gli equivoci e i problemi di comunicazione  in uno spazio in cui non si entra fisicamente in relazione con l’altro. 


Se volete usufruire dei nostri servizi o volete ricevere maggiori informazioni riguardo gli stessi, contattateci inviando una mail a

info@servadioepartners.com

La formazione Servadio & Partners srl non si ferma durante l’emergenza Coronavirus! [Newsletter]

253 109 Servadio & Partners

L’arte della formazione è un muscolo che se non utilizzato si atrofizza; il nostro obiettivo è quello di restare attivi,di poter dire “continuiamo ad esistere” e “continuiamo a formarvi”, attraverso modalità di comunicazione e formazione nuove.

COS’E’ IL WEBINAR?

La parola “webinar” è un neologismo che deriva dalla contrazione delle parole Web e Seminar. Il significato letterale è seminario via web e questa è l’esatta definizione: “Un webinar è un evento pubblico che avviene online, […] è un’occasione in cui più persone si ritrovano via internet, mediante una piattaforma o un software, nello stesso momento […] per discutere di un certo argomento: chi presenta o conduce l’evento può usare diversi strumenti online, mostrando slide, filmati, confrontandosi in diretta con gli altri partecipanti, sia in forma scritta […] sia a voce […].

Grazie a internet, il webinar coniuga in un’unica esperienza la comodità di fruizione da remoto con l’efficacia e l’interattività tipiche di un evento in presenza. Proprio come in un’aula reale ci si ritrova all’ora prestabilita e tutti i partecipanti hanno la possibilità di intervenire attivamente nel corso dell’evento per porre domande e condividere idee.
Scegliamo insieme a te la piattaforma Webinar che meglio incontra le nostre esigenze, il tema della formazione necessaria e organizziamo gli argomenti con lo scopo di creare massimo interesse e massima collaborazione da parte dei partecipanti.

Analizziamo nel dettaglio:

  • la condivisione dello schermo
  • l’interfaccia docente/discente
  • la registrazione dei partecipanti
  • il numero dei partecipanti
  • la presenza di chat o modalità alternativa di interazione
  • la presenza di lavagna
  • la registrazione (eventuale) della sessione
  • il materiale didattico
  • la durata (consigliata 1,5/2h, massimo 4h)
  • il costo

Se per te è importante non fermare le attività di formazione della tua azienda e vuoi una soluzione all-inclusive con un unico strumento, contattaci e senza impegno analizzeremo insieme il tuo progetto webinar passo per passo e gli obiettivi che vuoi raggiungere!

Se volete usufruire dei nostri servizi o volete ricevere maggiori informazioni riguardo gli stessi, contattateci inviando una mail a

info@servadioepartners.com

Il 15 e 16 ottobre ci saremo

708 504 Servadio & Partners

Vi presentiamo due eventi importanti e di grande interesse, continua a leggere

Come aumentare la produttività in azienda con il benessere organizzativo

150 150 Servadio & Partners

Un’azienda sana può diventare quasi una seconda casa per i dipendenti che la sentono come propria: una realtà imprenditoriale positiva, composta da persone soddisfatte di alzarsi ogni mattina e sedersi alla propria scrivania o alla propria postazione, è capace di resistere ai cambiamenti dell’ambiente esterno e di adattarsi, incrementando anche la produttività.

Leggi l’articolo

La partecipazione dei lavoratori alla sicurezza

150 150 Servadio & Partners

Se è ovvio che i datori di lavoro debbano offrire luoghi di lavoro in cui i rischi per la salute e la sicurezza siano adeguatamente controllati, è altrettanto vero che la legge impone anche ai dipendenti l’obbligo di contribuire in questo senso. Inoltre, nell’ambito delle attività aziendali, i datori di lavoro sono tenuti a consultare i lavoratori e i loro rappresentanti, perché il management da solo non può avere una soluzione a tutti i problemi di salute e di sicurezza, mentre i lavoratori e i loro rappresentanti possono portare con sé un bagaglio di conoscenze dettagliate ed esperienza nell’ambito della propria attività lavorativa, e in che modo potrebbe nuocere alla loro salute e sicurezza. Forse sarà per questo motivo che i luoghi di lavoro in cui i lavoratori contribuiscono attivamente alla salute e alla sicurezza, registrano, nella maggioranza dei casi, percentuali inferiori di infortuni sul lavoro.

Cosa si intende però, nello specifico, con «partecipazione dei lavoratori»? La partecipazione dei lavoratori alla salute e alla sicurezza è un semplice processo bilaterale in base al quale i datori di lavoro e i lavoratori, per mezzo anche dei loro rappresentanti, si parlano, ascoltano gli uni le preoccupazioni degli altri, condividono opinioni e informazioni, affrontano i problemi senza indugio, tengono in considerazione le proposte di tutti, si impegnano per trovare soluzioni comuni, e manifestano fiducia e rispetto reciproci.

Scarica l’articolo

Gamification e sicurezza: quando il gioco diventa cosa seria

150 150 Servadio & Partners

Introdotto per la prima volta nel 2002 dal programmatore di giochi inglese Nick Pelling, il termine “Gamification” acquista popolarità dal 2010 e oggi rappresenta un tema complesso, multi-dimensionale e multi-disciplinare.

Fra le varie definizioni, quella che ritengo maggiormente esaustiva definisce la Gamification “l’applicazione di meccaniche di gioco e tecniche di game design per ingaggiare e motivare le persone a raggiungere propri obiettivi”. È questa una perfetta sintesi degli aspetti essenziali che riguardano questa prassi, atta a utilizzare aspetti propri del gioco (game) in contesti non ludici.

La Gamification ha sostanzialmente tre punti di forza che le garantiscono efficacia e assicurano a imprese e organizzazioni di raggiungere risultati performanti:

  1. Motivazione: la Gamification infatti ingaggia gli individui attivando e integrando differenti leve motivazionali
  2. Divertimento: l’aspetto ludico è in qualche modo richiamato attraverso un’esperienza condivisa, premiante e totalmente immersiva, rendendo chi la vive un vero protagonista
  3. Felicità: il fine ultimo è quello di aumentare il livello di soddisfazione e di emozioni positive che a loro volta favoriscono il benessere dell’audience

E le implicazioni nella Sicurezza?

Scarica l’articolo

Modi di fare e modi di intendere la formazione alla sicurezza

150 150 Servadio & Partners

 

In un mondo virtuoso la quantità di formazione da eseguire dovrebbe essere accompagnata dalla qualità della stessa e soprattutto dalla resa della stessa in termini di apprendimento teorico-pratico dei discenti.
È solo utopico? Qual è lo stato dell’arte?
Dalla mia esperienza ma soprattutto dal confronto con gli altri, ne esce un quadro d’insieme leggermente diverso dalla precedente affermazione virtuosa.

Parto da quello che secondo me è il vero obiettivo della formazione: un’occasione per pensare e pensare con gli altri.
I protagonisti della sfida sono in primis il formatore e il discente.
Il formatore ha il delicato ma decisivo compito di accendere affetti e idee a prescindere dal contenuto del suo intervento; la sua motivazione deve essere intrinseca e deve “trasudare” continuamente nella sua presenza fisica e mentale hic et nunc in aula.
Tradotto: il primo a crederci deve essere lui….

Scarica l’articolo

Il Rischio Aggressione sul luogo di lavoro: quando l’aggressore è il cane

657 154 Servadio & Partners

Il Rischio Aggressione è un rischio emergente sempre più diffuso nel mondo del lavoro.

Assume sfumature differenti a seconda dell’azienda e delle mansioni professionali; può essere interno all’organizzazione o provenire dall’esterno, può nascere da incomprensioni interculturali e ha una forte componente di relazione interpersonale.
Tutto questo implica sempre un rapporto uomo-uomo (inteso come genere umano).

Ma quando l’aggressore è un animale domestico?

Stiamo seguendo un’attività formativa presso un’azienda cliente, a conclusione di un intervento consulenziale che ha visto la redazione di un DVR specifico sul rischio aggressione, con relative procedure e modulo operativo di segnalazione.
Fra le macro mansioni maggiormente esposte al rischio abbiamo individuato; letturisti del gas; addetti al pronto intervento; operai polivalenti dedicati a interventi di allaccio/chiusura contatori (soprattutto per morosità).
In altri termini, tutti operatori che si recano presso l’utente finale e, nello specifico, presso il domicilio.
È assai frequente imbattersi in cani, dal momento che, spesso, il focolaio domestico è protetto da questi amici a quattro zampe che non amano intromissioni da parte di estranei.

È evidente che ogni animale ha una propria indole e un proprio carattere, ma molto spesso la reazione aggressiva è frutto di un’errata comunicazione uomo-animale, tenendo conto che lo stesso padrone frequentemente ignora i segnali comunicativi del proprio animale.

La nostra attività formativa prevede un lavoro in tandem con un esperto addestratore di cani.
Insieme affrontiamo i temi di comunicazione efficace; linguaggio del corpo; gestione dei conflitti; tecniche di disarmo dell’aggressività, sviluppandoli con un parallelismo continuo fra relazione uomo-uomo e relazione uomo-animale.
Non solo, nella parte più pratica, lavoriamo direttamente con il cane addestrato, sensibilizzando i partecipanti stessi a comprendere il linguaggio dell’animale e le dinamiche che inducono le sue reazioni, in una cornice assolutamente protetta.

Nessuna forzatura, ma un lavoro di squadra e di negoziazione costruttiva nella relazione uomo-uomo e nell’interazione uomo-animale.

  • 1
  • 2