• seguici sui nostri canali social

Consulenza

I nostri progetti di consulenza

Technostress e netiquette!

572 382 Servadio & Partners

La tecnologia costituisce ormai un fattore integrante della vita quotidiana lavorativa ed extra–lavorativa.
L’impiego della tecnologia del computer e della rete richiede
un adattamento mentale al suo funzionamento e, di conseguenza, spinge il soggetto a rimodulare le proprie funzioni cognitive
per coordinarsi con i meccanismi funzionali della macchina.


Il TECHNOSTRESS consiste in un utilizzo eccessivo e disfunzionale delle nuove tecnologie, più comunemente chiamate ICT (Information and Communication Technologies): non è dovuto tanto alla tecnologia quanto all’uso che se ne fa.
Il fenomeno è strettamente correlato alla diffusione negli ambienti di lavoro di tecnologie informatiche e digitali.
Le CONSEGUENZE del Technostress possono essere:

  • Soggettive (ansia, rabbia, noia, tristezza, …)
  • Comportamentali (isolamento, aggressività, …)
  • Cognitive (diminuzione della concentrazione, …)
  • Fisiologiche (ipertensione, emicrania, vertigini, …)
  • Organizzative (assenteismo, insoddisfazione, …)

La NETIQUETTE (Network + Etiquette) è l’insieme di regole di buon comportamento per le persone che comunicano sul Web e che usano le risorse digitali di relazione: cioè le e-mail e social network.

I dati per l’Italia indicano che:

  • 37 milioni di persone sono attive sulla rete (63% circa della
    popolazione totale)
  • 48% della popolazione si connette tramite mobile
  • 65% della popolazione adulta ha un computer,
    il 95% un cellulare, il 62% uno smartphone, il 21% un tablet
  • In media ognuno passa 4h al giorno connesso
    ad internet
  • 79% degli utenti usufruisce di internet ogni giorno

TECHNOSTRESS & NETIQUETTE 

L’obiettivo della Netiquette è quello di far raggiungere una buona qualità di dialogo e comunicazione a prescindere dalle persone con cui si interagisce. Serve a ridurre al minimo gli equivoci e i problemi di comunicazione  in uno spazio in cui non si entra fisicamente in relazione con l’altro. 


Se volete usufruire dei nostri servizi o volete ricevere maggiori informazioni riguardo gli stessi, contattateci inviando una mail a

info@servadioepartners.com

La formazione Servadio & Partners srl non si ferma durante l’emergenza Coronavirus! [Newsletter]

253 109 Servadio & Partners

L’arte della formazione è un muscolo che se non utilizzato si atrofizza; il nostro obiettivo è quello di restare attivi,di poter dire “continuiamo ad esistere” e “continuiamo a formarvi”, attraverso modalità di comunicazione e formazione nuove.

COS’E’ IL WEBINAR?

La parola “webinar” è un neologismo che deriva dalla contrazione delle parole Web e Seminar. Il significato letterale è seminario via web e questa è l’esatta definizione: “Un webinar è un evento pubblico che avviene online, […] è un’occasione in cui più persone si ritrovano via internet, mediante una piattaforma o un software, nello stesso momento […] per discutere di un certo argomento: chi presenta o conduce l’evento può usare diversi strumenti online, mostrando slide, filmati, confrontandosi in diretta con gli altri partecipanti, sia in forma scritta […] sia a voce […].

Grazie a internet, il webinar coniuga in un’unica esperienza la comodità di fruizione da remoto con l’efficacia e l’interattività tipiche di un evento in presenza. Proprio come in un’aula reale ci si ritrova all’ora prestabilita e tutti i partecipanti hanno la possibilità di intervenire attivamente nel corso dell’evento per porre domande e condividere idee.
Scegliamo insieme a te la piattaforma Webinar che meglio incontra le nostre esigenze, il tema della formazione necessaria e organizziamo gli argomenti con lo scopo di creare massimo interesse e massima collaborazione da parte dei partecipanti.

Analizziamo nel dettaglio:

  • la condivisione dello schermo
  • l’interfaccia docente/discente
  • la registrazione dei partecipanti
  • il numero dei partecipanti
  • la presenza di chat o modalità alternativa di interazione
  • la presenza di lavagna
  • la registrazione (eventuale) della sessione
  • il materiale didattico
  • la durata (consigliata 1,5/2h, massimo 4h)
  • il costo

Se per te è importante non fermare le attività di formazione della tua azienda e vuoi una soluzione all-inclusive con un unico strumento, contattaci e senza impegno analizzeremo insieme il tuo progetto webinar passo per passo e gli obiettivi che vuoi raggiungere!

Se volete usufruire dei nostri servizi o volete ricevere maggiori informazioni riguardo gli stessi, contattateci inviando una mail a

info@servadioepartners.com

SAFETY LEADER

1024 768 Servadio & Partners

Un progetto di 6 fasi che integra Ricerca-Azione, Formazione e Training on the job nell’ambito della Cultura della Sicurezza.

Partendo da una survey multidimensionale (questionari; interviste semi-strutturate; osservazione partecipata “walk & talk”) sulla cultura della sicurezza percepita in azienda, si pianifica un percorso di formazione mirata, il cui focus è la consapevolezza situazionale per gestire il rischio residuo; a tutti i livelli (dirigenti / preposti / lavoratori).
L’osservazione sul campo e i sopralluoghi atti a rilevare la presenza di “unsafe condition” e “unsafe action” sono complementari a un’attività di training on the job, per esercitare i lavoratori a utilizzare strumenti di prevenzione e protezione. L’output del progetto consiste nell’individuazione dei safety tutor e in un follow up con restituzione finale di un’indagine sul clima della sicurezza, finalizzata a evidenziare criticità; priorità di azione e indicatori di efficacia.

Scarica la Brochure SAFETY LEADER

RISCHIO AGGRESSIONE

1024 768 Servadio & Partners

Il nostro team di psicologi e tecnici della sicurezza ha messo a punto un percorso di consulenza per valutare e formare su questo rischio

Considerato un rischio emergente, il rischio aggressione è un tema tanto eterogeneo quanto diffuso nel mondo del lavoro perché interessa settori (es. sanità, trasporti, gdo, scuola, banche); attività (es. assistenza pazienti; gestione del denaro; esercizio di pubblica autorità) e tipologie di lavoratori (es. lavoratrici; portatori di disabilità) estremamente variegati. Gli atti di aggressività possono manifestarsi come comportamenti incivili; aggressioni fisiche o verbali; violenza personale e/o molestie.
Il nostro progetto è mirato a supportare l’azienda sia nelle fasi preliminari di analisi e valutazione del rischio, sia in tutta l’attività consulenziale e formativa: intervento in azienda (interviste, sopralluoghi, redazione DVR e procedure) e formazione del personale su specifiche tecniche di contenimento emotivo e disinnesco di comportamenti aggressivi.
L’adozione di misure preventive, una corretta informazione e formazione del personale aziendale sono strumenti fondamentali per la tutela del lavoratore e, in generale, il benessere organizzativo.

Scarica la Scheda RISCHIO AGGRESSIONE

AGE MANAGEMENT

1024 769 Servadio & Partners

L’allungamento della vita media e il forte declino della natalità stanno portando a un progressivo e inesorabile invecchiamento della popolazione, in tutti i paesi industrializzati. Questo significa un invecchiamento anche della forza-lavoro.

Le aziende dovranno fronteggiare un fenomeno nuovo, promuovendo interventi a favore di un invecchiamento attivo e di una convivenza virtuosa fra differenti generazioni, all’interno della stessa organizzazione. Valorizzare la “age diversity” richiede la pianificazione sistematica di interventi e azioni lungo l’intero percorso professionale dei propri collaboratori. Il nostro intervento, consulenziale e formativo, centrato sulle persone, sulle mansioni e sulle diverse strutture, si propone di individuare percorsi di gestione che possano ottimizzare il contributo degli “over” all’interno della realtà aziendale e generare un miglioramento produttivo e organizzativo. Non solo, in una vera ottica di welfare, promuoviamo anche percorsi ad hoc sulla postura e sull’alimentazione quali strumenti di prevenzione.

Scarica la scheda AGE MANAGEMENT
Scarica la scheda BENESSERE E POSTURA
Scarica la scheda ALIMENTAZIONE E PERFORMANCE LAVORATIVA

STRESS LAVORO-CORRELATO

1024 768 Servadio & Partners

Nell’Unione Europea, lo stress legato all’attività lavorativa è il secondo problema di salute nel mondo del lavoro e colpisce quasi un lavoratore su tre.

Lo stress lavoro-correlato insorge quando le esigenze lavorative sono superiori alla capacità del lavoratore di affrontarle.
Lo stress lavorativo esiste in ogni luogo di lavoro. Tutte le aziende sono a rischio: in qualsiasi settore, per
qualsiasi dimensione aziendale, per qualsiasi tipo di contratto.
Lo stress lavoro correlato è un problema da valutare a livello organizzativo dal momento che va a incidere sul rischio di infortunio, minando la salute del lavoratore e si ripercuote sulle performance aziendali.
Il nostro obiettivo è quello di supportare l’azienda sia nelle fasi preliminari di analisi e valutazione del rischio stress lavoro correlato sia in tutta l’attività consulenziale e formativa, per mettere in campo azioni migliorative, attraverso un percorso orientato al benessere organizzativo (protocollo INAIL 2017).
Vogliamo trasformare un obbligo legislativo in un’opportunità per l’azienda in termini di riduzione dei tassi di assenteismo, infortunio e malattia e aumento della produttività.

Scarica la scheda STRESS LAVORO-CORRELATO

GESTIONE DELL’EMERGENZA

1024 768 Servadio & Partners

Gestire un’emergenza significa essere operativi e determinati per riportare la situazione alla normalità, contenendo danni a persone o cose, per ripristinare i cicli produttivi nel più breve tempo possibile.

Un’efficace pianificazione, una formazione contestualizzata e un corretto addestramento sono cruciali per salvare vite umane e preservare posti di lavoro.
È importante responsabilizzare e sensibilizzare gli attori coinvolti nell’emergenza, affinando competenze tecniche, non-tecniche e comportamentali per gestire al meglio situazioni di criticità.
Il nostro intervento parte dall’analisi del piano di emergenza aziendale e da una sua eventuale revisione critica; prevede simulazioni con il pieno coinvolgimento dei partecipanti (a tavolino, virtuali, per posti di comando, pratiche) e si focalizza sulla squadra di emergenza, sulla capacità di comunicare in situazioni di elevata problematicità, sulla gestione dell’emotività nella crisi.

Scarica la scheda GESTIONE DELL’EMERGENZA